Terme Sant’Elena

Manifesto31_06_08L’Acqua delle Terme di Sant’Elena:
Salute, benessere e relax

La medicina termale ha una vasta gamma di indicazioni ed applicazioni nelle affezioni a decorso cronico, degenerativo, laddove i farmaci sono meno attivi e se somministrati a lungo possono essere tossici

L’acqua oligominerale Sant’Elena è un’acqua bicarbonato-alcalino terrosa, che sgorga alla temperatura di 13°, protetta da circa 40 metri di conglomerati e sabbie; è purissima, gradevole, con una bilanciata quantità di sali minerali, con gas rari, ricca di bicarbonati, con un pH simile a quello del sangue; è indicata nella cura delle malattie del rene e delle vie urinarie e nelle affezioni dell’apparato digerente.scans d

L’acqua Sant’Elena è sempre ben tollerata, favorisce durante e dopo la cura l’eliminazione dei calcoli renali e della renella,attenua l’infiammazione delle vie urinarie,aumenta la diuresi depurando l’organismo dalle sostanze tossiche, agisce sul metabolismo dell’acido urico riducendolo; per la ricchezza di bicarbonati ed oligoelementi è indicata nella cura delle dispepsie e delle gastroenteropatie, facilita la digestione ed è consigliata per la sua alcalinità reale nell’attività sportiva.
s.elena logo 2011  INDICAZIONI
• Malattie del Rene e delle Vie Urinarie: calcolosi, cistiti, cistopieliti, uretriti, prostatiti
• Malattie del Ricambio:
iperuricemia, gotta, artropatia uratica, obesità
• Malattie dell’Apparato Digerente: gastriti, dispepsie, reflusso gastroesofageo
• Attività Sportiva:
come elemento reintegratore dei sali minerali e dei liquidi.

Le Terme Sorgente Sant'Elena sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.